ASSOCIAZIONE PIZZERIE ITALIANE

SOLUZIONI PROFESSIONALI e alta formazione DAL 1989

api associazione pizzerie italiane corso pizza

API | ASSOCIAZIONE PIZZERIE ITALIANE

CHI SIAMO

L'Associazione Pizzerie Italiane nasce a Roma nel 1989 con l’idea di accompagnare e non lasciare mai solo “il pizzaiolo” offrendo supporto, e soluzioni per qualsiasi problematica di lavoro, ma è anche il volano per portare ad un livello maggiore il mondo Pizza a 360° per farlo conoscere, migliorare e crescere, per questo l’Associazione Pizzerie Italiane ha costituito in seguito la Scuola Nazionale di Pizza, fiore all’occhiello per la formazione dei pizzaioli di domani
COLLABORAZIONI
Fornitori Ufficiali API
Riproduci video su Api Associazione Pizzerie Italiane corso pizzaiolo

Corsi di pizza dal 1992 in italia e nel mondo

La Scuola Nazionale di Pizza

La Scuola Nazionale di Pizza nasce dall’idea di Angelo Iezzi per l'alta formazione professionale dei pizzaioli di domani. La Scuola, fondata circa 30 anni fa, conta oggi oltre 5.000 allievi, persone capaci di utilizzare il metodo che il Presidente e fondatore Angelo ha studiato, migliorato e perfezionato nel tempo.
LA SCUOLA DI PIZZA IN ITALIA E NEL MONDO
Le Sedi delle Scuole
ultime news dal mondo pizza
I nostri articoli

Antonio Pucci, Delegato Spagna API ospite a Marbella Radìotelevision

Nella vibrante cornice di Marbella, una delle destinazioni più iconiche della Spagna, il gusto dell'Italia ha trovato una nuova dimora attraverso la calorosa ospitalità di Antonio Pucci, delegato API in Spagna. Nel contesto del programma televisivo "Como en Casa con Bárbara" su Marbella Radìotelevision, Antonio Pucci ha portato la sua esperienza nel mondo della pizza italiana, incantando gli spettatori con la sua passione e maestria nel creare autentiche prelibatezze culinarie.Come Delegato Spagna dell'API Associazione Pizzerie Italiane, Antonio Pucci porta con sé non solo la competenza tecnica, ma anche un profondo rispetto per la tradizione e l'artigianalità che caratterizzano la vera pizza italiana. La sua presenza nel programma ha offerto un'opportunità unica per diffondere la cultura per questa iconica specialità gastronomica italiana parte essenziale di API oltre i confini nazionali.Durante la sua ospitata a "Como en Casa con Bárbara", Pucci ha condiviso segreti e aneddoti legati alla pizza, svelando i dettagli dietro la preparazione della base perfetta, la selezione degli ingredienti e l'importanza di una cottura impeccabile. La sua passione contagiosa ha trasformato ogni momento in un'esperienza gustativa e educativa per gli spettatori, mostrando loro che la pizza è molto più di un semplice piatto, ma piuttosto un'arte culinaria che merita rispetto e dedizione.Inoltre, l'incontro tra Antonio Pucci e il pubblico di Marbella Radìotelevision ha favorito uno scambio culturale tra Italia e Spagna, due paesi legati da una lunga storia di rapporti gastronomici e umani. L'abilità di Pucci nel trasmettere l'autenticità e l'essenza della pizza italiana ha contribuito a rafforzare i legami tra le due culture, creando un ponte di comprensione e apprezzamento reciproco.La presenza di Antonio Pucci a "Como en Casa con Bárbara" non è stata solo un'opportunità per celebrare la pizza italiana, ma anche per mettere in risalto la presenza internazionale di API Associazione Pizzerie Italiane attualmente presente con numerose sedi e scuole di formazione in Europa e nel mondo. Fonte: Marbella Radìotelevisionhttps://associazionepizzerieitaliane.it/storage/2024/03/377-COMO-EN-CASA-CON-BARBARA-JUEVES-14-MARZO-1P.mp4

API alla 45ª edizione del SIGEP: gusto e tradizione Italiana in primo piano a Rimini

L'appuntamento tanto atteso è alle porte, e l'Associazione Pizzerie Italiane (API) sta preparando una straordinaria rappresentazione delle eccellenze italiane alla 45ª edizione del SIGEP, che si terrà dal 20 al 24 gennaio 2024 a Rimini. In questa occasione verrà presentato anche un nuovo progetto API, GIROITALY - Il calendario della Pizza, in collaborazione con Menù. Dove trovarci Se desiderate immergervi nell'irresistibile mondo della pizza italiana, da non perdere l'opportunità di scoprire il meglio della tradizione Italiana, con API al D5 stand 145, pronto a presentare un viaggio culinario senza precedenti. Qui potrete vivere un'esperienza gastronomica autentica, scoprire le ultime tendenze e conoscere da vicino le pizzerie italiane di qualità. L'API, rinomata per il suo impegno nella promozione della tradizione gastronomica italiana, porta la sua esperienza al cuore del SIGEP. La posizione privilegiata al D5 stand 145 offre ai visitatori l'occasione di esplorare la ricchezza delle pizzerie italiane autentiche, dal classico al creativo, in un ambiente che celebra l'eccellenza gastronomica.     Ma l'esperienza API non si ferma qui. Collaboriamo con Molino Iaquone, il cui stand si trova nelle vicinanze, al D5 stand 148. Sarete accolti in un mondo di gusto con un menu alimentare che celebra la tradizione e l'innovazione. I prodotti di Molino Iaquone, protagonisti indiscussi dei nostri corsi,  saranno presenti come prodotti di punta nel mondo della panificazione tra le eccellenze italiane. Insieme, API e Molino Iaquone offrono un'ode ai sensi con un menu alimentare che unisce la tradizione culinaria italiana con un tocco innovativo. Questa partnership promette un'immersione totale nei sapori autentici dell'Italia nel mondo della pizza. Una scoperta dei sapori Italiani Durante i cinque giorni di SIGEP, vi invitiamo a esplorare i sapori autentici delle nostre pizzerie, scoprendo la maestria culinaria e la passione che caratterizzano ogni creazione. L'API sarà lieta di condividere con voi storie appassionanti dietro ogni pizza e di mostrarvi perché la tradizione italiana è un vero e proprio patrimonio gastronomico. I visitatori potranno vivere un'esperienza gastronomica completa grazie a un percorso culinario che abbraccia ogni aspetto della pizzeria italiana, dal primo morso all'ultimo. L'API presenterà con orgoglio la maestria di pizzaioli appassionati, offrendo una panoramica unica delle tradizioni gastronomiche che hanno reso famosa la pizza italiana in tutto il mondo. Un invito a sperimentare Vi invitiamo calorosamente a unirvi a noi al SIGEP 2024, a gustare le prelibatezze delle pizzerie italiane e a vivere un'esperienza culinaria indimenticabile. L'API è pronta a farvi scoprire il meglio della pizza italiana, dove gusto e tradizione si fondono in un connubio irresistibile. Api sarà presente al D5 stand 145 per condividere con voi la passione e l'eccellenza delle pizzerie italiane. E non dimenticate di passare dallo stand Molino Iaquone al D5 stand 148 per un viaggio unico nel mondo dei sapori italiani. A Rimini, dal 20 al 24 gennaio 2024, preparatevi a vivere un'esperienza indimenticabile nel mondo pizza!

Giroitaly, il primo calendario della pizza

Giroitaly nasce da un'idea di Api in collaborazione con Menù.  Francesco Celentano, promotore di questo progetto, spiega quanto sia stata forte la richiesta da parte dei pizzaioli di far parte di questo progetto unitario, che esprimesse la varietà e la fantasia delle pizzerie Italiane con le loro differenti sensibilità ma che nel collettivo dessero valore al prodotto italiano più conosciuto " La Pizza". Inoltre, come associazione, abbiamo sentito una forte collaborazione con Menù e la sua volontà nel creare uno strumento di lavoro che permettesse ai pizzaioli di prendere spunti per aumentare il loro bagaglio conoscitivo sulle guarnizioni del prodotto pizza. ll Primo Calendario della Pizza Italiana è suddiviso in 365 giorni e prevede pizze realizzate dai migliori professionisti Italiani del settore. Le 20 regioni sono tutte rappresentate da pizzaioli e pizzerie suddivise in province. Le vostre pizze saranno proposte tramite il TG Apichannel TV, sui social e portali della nota azienda Menù e in molte riviste di settore a livello nazionale. Visita la pagina del progetto Giroitaly per maggiori informazioni!  

Seconda Edizione Progetto «Formagiovani» API – ANPIT

L'Anpit – Associazione Nazionale per l'Industria e il Terziario, in collaborazione con l'Associazione Pizzerie Italiane (Api), ha lanciato la seconda edizione del progetto FormaGiovani. Questa iniziativa mira a promuovere il legame tra il mondo dell'istruzione e il settore del lavoro attraverso la formazione. Si tratta di un'opportunità importante per sensibilizzare i giovani verso le varie professioni e mestieri e, in questo caso specifico, per promuovere la pizza italiana come una delle eccellenze del made in Italy. Al centro Angelo Iezzi (sx) e Federico Iadicicco, presidenti dell'Api e dell'Anpit con gli allievi pizzaioli FormaGiovani è il risultato della collaborazione tra due organizzazioni associative attive su tutto il territorio italiano e nel Lazio: Anpit, che rappresenta oltre 30.000 aziende e dispone di sportelli di supporto per le imprese in tutto il paese, e Api, che ha dato origine a una scuola di pizzerie nel 1992, con oltre mille pizzerie associate solo nella regione del Lazio e scuole affiliate in tutto il mondo, da New York a Dubai. Il progetto prevede la concessione di dieci borse di studio finanziate da Anpit. Queste borse permetteranno agli studenti dell'Istituto Professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera Lucio Cappannari di Civitavecchia di partecipare a un corso di Pizza Professionale. Si tratta di un'opportunità preziosa per i giovani che desiderano sviluppare competenze nel settore della pizza e dell'enogastronomia, contribuendo così a promuovere l'eccellenza culinaria italiana.     Fonte "Il Corriere della Sera" Clicca qui per leggere l'articolo originale

“Fare gli imprenditori in tempi di crisi significa anticipare problemi e soluzioni”

Lo stile di imprenditoria al passo con e, per tanti aspetti, anticipatore dei tempi è parte del DNA del tessuto produttivo del Made in Italy e caratteristica pregnante dell’imprenditoria veneta. Aprire la mente, non attendere ma anticipare gli eventi, investire del proprio con un’ottica di visione orientata al futuro sono caratteristiche anche della Conti Srl, storica azienda del territorio, con sede a Bussolengo, guidata dal Lugagnanese DOC Gabriele Conti, che produce macchinari per pasticceria, panificazione, pizzeria e cosmetica. La Conti è anche un prezioso partner de Il Baco da Seta. Incontriamo Gabriele presso il suo ufficio, la notizia di alcune interessanti collaborazioni ci ha incuriosito. Gabriele, “mai fermi” si usa dire in gergo imprenditoriale. Sì, dalla mia esperienza di imprenditore la dinamicità è una caratteristica che non deve mai venir meno. È il pensiero dinamico che ti permette di affrontare le crisi, di trovare le soluzioni, di inventarle dove non ci sono. Non tutte le ciambelle escono con il buco, nel senso che non tutte le iniziative che un’azienda intraprende sono successi, ma il non fare scelte è di per sé una scelta sbagliata. Proprio sull’onda delle scelte per il futuro: le pizzerie italiane strizzano l’occhio alla Conti. Ci abbiamo lavorato su per qualche mese, ma ora è ufficiale. Abbiamo stipulato un accordo commerciale con la API, Associazione Pizzerie Italiane, nata alla fine degli anni Ottanta. È un’associazione di categoria, creata da Angelo Iezzi, che ha lo scopo di supportare la figura del pizzaiolo a 360 gradi nello sviluppo della sua professionalità e della sua cultura di prodotto. API ha successivamente anche dato vita alla Scuola Nazionale della Pizza. La Conti ha sempre collaborato con API sin dalla sua costituzione. Alcuni dei nostri macchinari erano stati progettati assieme ad Angelo per incontrare le esigenze di un impasto pizza particolare: la pizza in teglia alla romana. Entriamo un po’ di più nell’accordo. È stata siglata una partnership strategica finalizzata allo sviluppo reciproco del mercato mediorientale. Abbiamo premuto l’acceleratore su una collaborazione già in essere mettendo a fattor comune l’esperienza di produzione di macchine impastatrici della Conti con la presenza di una scuola di formazione per chef a Dubai. L’accademia ha lo scopo di formarli affinché possano lavorare sulle navi da crociera, dove si mangia anche pizza. Nella ricchezza dell’offerta di prodotto della nostra tradizione non poteva mancare quella in teglia alla romana. La storica collaborazione con API si è sempre basata su un accordo di gentlemen agreement verbale, ora si è voluto metterlo per iscritto. Tradotto in numeri di produzione? E’ presto per dirlo, è una collaborazione sul trampolino di lancio. Di certo possiamo dire co- sa ha rappresentato fino ad oggi la collaborazione tra noi e API: sono più di 300 le pizzerie in Italia che utilizzano il macchinario che abbiamo progettato e sviluppato assieme. È una impastatrice da 50 kg di prodotto fatta ad hoc proprio per la pizza in teglia alla romana. Angelo Iezzi ha anche affiancato la catena di pizzerie Alice Pizza supportandoli nello sviluppo del prodotto. È una catena in franchising presente in tutta Italia, in particolare nei centri commerciali, e grazie alla collaborazione con API singoli franchisor utilizzano le nostre impastatrici. Mi pare di capire che lo scenario di sviluppo potrebbe non essere limitato al Medioriente. Il Medioriente è la porta di ingresso per il mercato asiatico, che offre enormi potenzialità. L’accordo con API è una sinergia più ampia ri- spetto alla fornitura di macchine impastatrici: l’accordo di partnership riguarda anche aziende che producono materie prime per la pizza, come le farine. L’amalgamare gli ingredienti dell’impasto è compito esclusivo della Conti Srl. Gabriele, non finisce qui però. Hai dell’altro da raccontarci. Abbiamo iniziato una bellissima collaborazione con Leonardo Di Carlo, un pasticcierie di fama internazionale. Leonardo è un vero e proprio innovatore del suo settore, nonché protagonista di un lungo e luminoso percorso professionale. In alcune recensioni viene definito come un pioniere della pasticceria scientifica grazie alla dinamicità del suo pensiero e alla sua curiosità che lo porta a ricercare continuamente soluzioni che vanno oltre gli schemi e le mappe mentali. Nel 2015, al culmine della sua carriera professionale, fonda a Conegliano in provincia di Treviso la Pastry Concept®, un’accademia di formazione per operatori del settore, all’interno della quale Leonardo continua a promuovere la ricerca e l’innovazione. Abbiamo fornito con molto piacere a Leonardo i nostri macchinari del settore pasticceria in modo che li potesse impiegare nell’accademia. La collaborazione con lui è molto importante anche in ottica di miglioramento del prodotto in quanto la sua capacità innovativa ci mette nelle condizioni ideali per realizzare quei miglioramenti che rendono i nostri macchinari sempre più affidabili ed unici sul mercato. Alla Conti piace anche seminare. Se la semina è fatta bene e con visione al futuro darà dei risultati. Un'altra collaborazione che ci dà molta soddisfazione è infatti l’accordo che abbiamo stipula- to con il Centro Servizi Formativi degli Stimmatini di Verona, dove è ospitato il settore dedicato alla ristorazione. Abbiamo fornito in comodato d’uso i nostri macchinari affinché studenti ed insegnanti possano operare al meglio e in sicurezza con macchine affidabili e certificate. Abbiamo sentito anche Angelo Iezzi, Presidente di API, in merito alla collaborazione con la Conti Srl. “La nostra Joint Venture – ci racconta Angelo – parte da molto lontano. Diciamo da quando eravamo più giovincelli. Erano tempi in cui il mondo pizza, nella comunicazione del settore gastronomia, era secondario rispetto a quello dei ristoranti o addirittura dei bar gourmet. Ora, nell’epoca del web, la parola pizza è una delle più cliccate. Sin da subito abbiamo cercato l’innovazione, puntando su macchinari moderni per creare impasti altrettanto moderni a lunga lievitazione fino a 3 o 4 giorni, che non scaldino l’impasto e che non rompano la maglia glutinica. Il risultato è una fibra molto leggera e molto soffice. Altra innovazione è stata la dimensione: esistevano impastatrici dai 250 kg in su, assolutamente fuori portata per le pizzerie. Con Gabriele è stata creata una macchina in grado di lavorare anche quantità più piccole”. Ci racconta poi dell’esperienza di Dubai: “Quella di API è l’unica scuola di pizza di tutto il Medioriente e nel Middle East asiatico. La collabo- razione con la Conti sarà assolutamente proficua anche lì. Potrà essere estesa a fiere, convegni, corsi di formazione ma anche start-up di nuove attività. Saremo a 360 gradi sull’argomento pizza. La collaborazione con Gabriele è solida anche dal punto di vista umano e personale, c’è stima e fiducia reciproca che avallano una collaborazione molto ampia e in espansione”. Immaginare il futuro e non subirlo, aprire alle collaborazioni, creare, inventare e mettere a disposizione senza pensare al guadagno immediato, ascoltare e capitalizzare le idee che nascono dal confronto, un po’ di immaginazione e tanta passione per quello che si fa sono elisir di lunga vita imprenditoriale. Fonte "Il Baco da Seta" Clicca qui per Visualizzare l'Articolo Originale

FOMAZIONE PROFESSIONALE

CORSI PIZZA API

La Scuola Nazionale di Pizza ti fornisce tutto quello che serve per lavorare al top come Pizzaiolo Professionista. I nostri allievi sanno impastare, stendere, condire e cuocere una pizza, ma imparano anche come si lavora in una pizzeria da imprenditore.
Associazione Pizzerie Italiane crea professionisti
da oltre 30 anni.
Corsi Pizza Api Contattaci