presidente sm round

PIZZA FOCUS:La pizza è scienza e non fantascienza

Per questo che oramai da più di 20 anni continuo a sperimentare nuovi prodotti e a dare consigli tecnici alle aziende che hanno fiducia in me. Con questa rubrica voglio metere a fuoco con voi le mie esperienze su metodi, tecnologie e prodotti del mondo Pizza dopo averli provati con il mio staff nei laboratori API e nei nostri locali associati. Provateli anche Voi, mi farà piacere sapere quello che ne pensate.

Angelo Iezzi

 

Farinotto Iaquone

Vota questo articolo
(1 Vota)

Per avere fritture sempre ottime oggi parliamo del farinotto Iacquone

Il problema che s’incontra nel preparare pizze fritte o panzerotti, è che questi messi nell’olio bollente si possono rompere permettendo all’olio della frittura di entrare dentro con tutte le conseguenze che facilmente potete immaginare. Per evitare questa situazione con Iaquone abbiamo studiato “il Farinotto” che è un preparato che serve ad avere fritture sempre asciutte e quindi leggere.

Questo prodotto sfrutta le caratteristiche naturali del grano tenero e del grano duro esaltate dall’alta qualità dei componenti appositamente selezionati. Il risultato è una struttura particolarmente elastica e resistente che riesce a tenere fuori l’olio permettendo un grande sviluppo alveolare all’interno.

In questo modo la leggerezza dell’impasto e la sua cottura profonda permettono la massima qualità del prodotto finito. Inoltre il profumo del grano duro la particolare consistenza di questo preparato dopo la frittura lo rendono un prodotto esclusivo. L’antipasto fritto - il biglietto da visita con cui ci si presenta al cliente - è di particolare importanza per dare una prima impressione positiva e la prima impressione vale più di ogni altra cosa.

La scelta di utilizzare un preparato specifico capace di offrire il miglior risultato è quindi fondamentale e sicuramente può dare un valido aiuto all’attività dell’azienda.

vuoi rispondere o approfondire scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1073 volte